CIPRESSO

cipresso> NOMI BOTANICI
Cupressus sempervirens
Appartiene alla famiglia delle Cupressaceae

> NOMI COMMERCIALI
Cipresso – Italia
Cyprès – Francia
Cypress  – Inghilterra

> AREALE DI CRESCITA
Originario dell’Asia Minore e dell’Iran, il Cipresso si è esteso nel corso del tempo in tutti i paesi del Mediterraneo.

> CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE
L’alburno giallognolo si differenzia dal durame di colore avorio tendente al bruno con spiccate venature più scure. A causa della venatura e della superficie spesso cosparsa di nodi, si presenta molto simile al cirmolo. Il legno duro, mediamente pesante, grazie alla sua caratteristica componente aromatica non è esposto agli attacchi di parassiti.

> PESO SPECIFICO
Al 12 % di umidità il peso specifico del Cipresso può essere stabilito su 500 Kg/m3.

> ESSICCAZIONE
Come quasi tutti i legni appartenenti alla famiglia delle  conifere, anche il Cipresso può essere agevolmente sottoposto al procedimento di essiccazione artificiale.

> USI PRINCIPALI E LAVORAZIONE
La lavorazione del Cipresso avviene senza particolari difficoltà sia utilizzando attrezzi a mano sia con macchinari di lavorazione più moderni. Essendo un legno di buona qualità, viene utilizzato per la realizzazione di strutture da esterni, costruzioni navali, mobili, specialmente per tinelli rustici. Grazie al suo caratteristico odore e alla sua capacità di tenere lontani insetti e parassiti, il cipresso viene ampiamente impiegato  per la realizzazione dei rivestimenti delle porte interne di armadi e  delle cassepanche.