MOABY

moaby> NOME BOTANICO E FAMIGLIA
Baillonella toxisperma
Appartiene alla famiglia delle Sapotaceae

> NOMI COMMERCIALI
Con il nome di Moabi questo legno è conosciuto ovunque.

> NOMI ALL’ORIGINE
Dimpampi, Kambi, Muyembe,Yembe – Congo Belga 
Njabi – Camerum

> AREALE DI CRESCITA
II legno moabi cresce in tutte le foreste equatoriali dell’Africa occidentale, in particolar modo in quelle della Nigeria, nel Camerum, nel Gabon e nel Congo Belga.

> CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE
L’alburno è molto accentuato e può raggiungere uno spessore di 5-6 cm.; il suo colore è generalmente chiaro, quasi rosato e si differenzia nettamente dal durame. Quest’ultimo infatti varia dal rosa antico fino al rosa bruno, talvolta invece presenta una colorazione rosso-mogano che tende però al grigio rossastro. Il moabi presenta generalmente una lucentezza serico opaca, una tessitura fine con venature diritte e con struttura sufficientemente compatta. Esso è alquanto pesante, elastico e offre una buona resistenza alle sollecitazioni meccaniche.

> PESO SPECIFICO
II peso specifico ad un contenuto di umidità del 15 % varia da 650-750 kg per metro cubo.

> ESSICCAZIONE
Questo legno deve essere essiccato con molta lentezza per evitare eventuali fessurazioni o contorsioni. In genere presenta un forte ritiro e molta nervosità in tutta la sua struttura.

> USI PRINCIPALI E LAVORAZIONE
Durante la lavorazione tende a produrre una polvere fastidiosa per le mucose, ma non nociva. È un legno particolarmente resistente ai funghi e ai parassiti.