MUTENJE

mutenje> NOMI BOTANICI
Guibourtia arnoldian

Appartiene alla famiglia delle Leguminosae cesaipiniaceae

> NOMI COMMERCIALI
II legno è conosciuto ovunque con il nome di Mutenye; in Francia viene chiamato anche con il nome del tutto improprio di «olivier tropical» ed in Gran Bretagna con quello altrettanto di fantasia di «olive walnut».

> NOMI ALL’ORIGINE
Nomeyen – Gabon 
M’bengé, bengi, mutenye – Zaire

> AREALE DI CRESCITA
L’albero cresce nell’Africa tropicale occidentale, dalla Guinea al Congo ed in Camerun.

> CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE
L’alburno stretto e grigiastro, è nettamente differenziato dal durame che ha un colore bruno chiaro, e può passare al bruno oliva. Il legno è caratterizzato da delle striature scuro violette ed ha una lucentezza serica che lo rendono decorativo. La tessitura è fine ed omogenea con controfilo che forma belle figurazioni. È mediamente duro, molto resistente alla pressione ed alla trazione.

> PESO SPECIFICO
Essiccato all’aria, presenta un peso specifico di 800-900 Kg/mc.

> ESSICCAZIONE
Il processo di essiccazione avviene agevolmente, pur richiedendo attenzione e cura. Infatti, sebbene raramente e solo ad alte temperature, possono verificarsi delle essudazioni da tasche di resina.

> USI PRINCIPALI E LAVORAZIONE
Facilmente lavorabile, si trancia e si sfoglia agevolmente e viene soprattutto utilizzato dalle industrie del compensato. Giunzioni con viti, chiodi o colla sono resistenti. Questo legno trova ampio impiego nell’industria dei parquet, in sostituzione al noce, ed anche nella costruzione di mobili, strumenti musicali, oggetti torniti, ecc. Dai tranciati ottenuti dal taglio sul quarto si ricavano dei prodotti particolarmente richiesti, data la loro qualità decorativa dovuta alla presenza del controfilo.