NIANGON

niangon> NOMI BOTANICI
Tarrietia utilis 
Appartiene alla famiglia delle Sterculiaceae

> NOMI COMMERCIALI
Niangon – Italia, Francia, Germania 
Nyankom – Gran Bretagna

> NOMI ALL’ORIGINE
Niangon – Costa d’Avorio 
Niankom – Ghana

> AREALE DI CRESCITA
L’albero cresce in tutte le foreste pluviali dell’Africa occidentale dalla Sierra Leone alla Liberia, alla Costa d’Avorio nel Ghana e in certe regioni del Gaon.

> CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE
II Niangon è conosciuto per la sua rapida crescita: può raggiungere delle notevoli dimensioni e giungere ai 30 metri d’altezza e 100 centimetri di diametro.
L’alburno è del tutto inutilizzabile, a differenza del durame che presenta una bella tonalità rosso-brunastra e lo rende simile ai mogani africani. Questo legno è caratterizzato da una media durezza ed è particolarmente grasso. La ricchezza di resina lo rende immune da parassiti, ma crea difficoltà per l’incollaggio e per l’applicazione delle vernici di finitura.

> PESO SPECIFICO
II peso specifico dei tronchi freschi appena tagliati, può variare da 800 a 900 kg. per metro cubo. Con un contenuto di umidità del 12%, il peso specifico del Niangon può essere stabilito su circa 700 kg. per mc.

> ESSICCAZIONE
II procedimento di essiccazione artificiale in cella avviene senza difficoltà.

> USI PRINCIPALI E LAVORAZIONE
Essendo particolarmente resinoso, oltre a rendere difficoltoso l’incollaggio, il Niangon tende a logorare gli utensili utilizzati, ma è comunque di facile lavorazione. Per l’inchiodatura è bene procedere con una foratura preliminare, poiché il legno offre molta resistenza alla penetrazione dei chiodi. Viene ampiamente impiegato per lavori esposti alle intemperie, costruzioni navali, infissi e in genere per tutti i lavori di carpenteria pesante. Si presta anche per la realizzazione di pavimenti e per lavori al tornio.