PALISSANDRO INDIA

palissandro_india> NOMI BOTANICI
Dalbergla latifolia
Appartiene alla famiglia delle Legumlnosae paplllonaceae

> NOMI COMMERCIALI
Palissandro India – Italia
Indian rosewood – Inghilterra
Pallsandre de l’Inde – Francia

> NOMI ALL’ORIGINE
Bombay blackwood, shlsham, bltl, eravadi, kalaruk, serisso – India, Thailandia

> AREALE DI CRESCITA
II palissandro cresce in tutta l’India orientale, in Thailandia, nell’Indonesia ed anche nelle isole di Ceylon e Giava.

> CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE
Alburno e durame sono nettamente differenziati. L’alburno si presenta stretto, bianco-grigiastro, a volte con toni rossastri e va eliminato a causa della sua esposizione agli attacchi di parassiti. Il durame invece è compatto, duro, di colore più scuro con leggere striature chiare ed è particolarmente resistente se tenuto lontano dall’umidità. Al contrario di ciò che accade agli altri tipi di legno, il palissandro, se esposto alla luce, tende a schiarirsi. La tessitura è media o fine con fibratura variata.

> PESO SPECIFICO
Stagionato all’aria, il suo peso specifico varia da 850 a 1.000 Kg/m³.

> ESSICCAZIONE
L’essiccazione può essere condotta senza eccessive difficoltà, però se fatta con troppa rapidità può provocare fessurazioni.

> USI PRINCIPALI E LAVORAZIONE
II palissandro è di facile lavorazione e pulitura. È possibile raggiungere una notevole lucentezza già con la sola levigatura. Essendo anche un legno decorativo, è molto richiesto dall’industria del mobile e viene impiegato anche nell’ebanisteria fine per oggetti di arredamento, suppellettili varie anche scolpiti.