RADICA MIRTO

radica_mirto> NOMI BOTANICI
Myrtus communis
Appartiene alla famiglia delle Myrtaceae

> NOMI COMMERCIALI
Myrthe – Francia 
Myrtle – Gran Bretagna 
Mirto, mortella – Italia

> AREALE DI CRESCITA
Il mirto cresce in tutto il Mediterraneo fino al Medio Oriente. Perlopiù è coltivato in parchi e giardini. L’albero è di modeste dimensioni, spesso rimane allo stato cespuglioso nella macchia mediterranea della zona del Lauretum.

> CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE
Alburno e durame non sono nettamente differenziati; il legno presenta varie tonalità che vanno dal grigio rossastro al bruno chiaro. A tessitura fine e con fibratura piuttosto variabile, è pesante, compatto, ma poco durevole.

> PESO SPECIFICO
Stagionato all’aria presenta un peso specifico medio di 1.000 Kg/m³

> ESSICCAZIONE
Pur non presentando alcuna difficoltà durante il processo di essiccazione, è bene procedere lentamente.

> USI PRINCIPALI E LAVORAZIONE
Pur essendo un legno duro, il mirto è di facile lavorazione. Generalmente viene impiegato per lavori di torneria ed intaglio. Da questo legno si ricavano manici di attrezzi ed utensili. La pregiata radica viene richiesta per piccoli mobili ed oggetti da arredamento.