TEAK

teak> NOMI BOTANICI
Tectona grandis
Appartiene alla famiglia delle Verbenaceae

> NOMI COMMERCIALI
Teak – Italia
Teak – Germania, Inghilterra
Teck – Francia

> NOMI ALL’ORIGINE
Sagon, Thekku, Tegina, Tadi – India
Jati, Sak – Thailandia

> AREALE DI CRESCITA
Il teak, originario dell’India e della Birmania, del Siam e dell’Indonesia, ha esteso il suo areale di crescita fino all’Africa tropicale occidentale. In commercio si è soliti distinguere le varie tipologie, semplicemente specificando il nome della località di provenienza. (Teak di Giava, teak di Burma, ecc.).

> CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE
Alburno e durame sono bene differenziati. L’alburno è sottile, di colore biancastro e si differenzia nettamente dal durame che è bruno verdastro e tende a diventare più scuro se esposto all’aria. Il legno, soprattutto se cresciuto in zone di limitata altezza nelle regioni di Giava, è notevolmente grasso e quindi molto resistente all’umidità e alle infestazioni di parassiti vegetali. La tessitura è grossolana con filo diritto.

> PESO SPECIFICO
II peso specifico dei segati stagionati all’aria libera può essere valutato, sia pure molto approssimativamente date le diverse origini, da 550 a 750 Kg. per metro cubo.

> ESSICCAZIONE
L’essiccazione artificiale, pur avvenendo lentamente, non presenta alcuna difficoltà.

> USI PRINCIPALI E LAVORAZIONE
II teak viene prevalentemente utilizzato per costruzioni navali di ogni genere: dalle imbarcazioni alle strutture sopra coperta, tolde, tughe, ecc. Questo materiale è anche particolarmente richiesto dalle fabbriche del mobile per la realizzazione di mobili pregiati.