THUYA

thuya> NOMI BOTANICI
Mast. Tetraclinù arùcidata
Appartiene alla famiglia delle Cupressaceae

> NOMI COMMERCIALI
Tuia (o thuja) dell’Atlante – Italia
Ajrican thuya, tisswood – Gran Bretagna
Thuya de Bérbérie – Francia

> AREALE DI CRESCITA
L’albero cresce nel Nord Africa (soprattutto in Algeria e Marocco) e a Malta.

> CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE
Questo arbusto sempreverde, di modeste dimensioni, somiglia molto al cipresso a causa della sua forma. Il legno è caratterizzato da una tonalità sul rosso-giallo-brunastro ed in commercio lo si trova quasi esclusivamente sotto forma di tranciati di radica. In epoca antica, i romani utilizzavano ampiamente anche i segati, che nella nostra epoca  sono caduti in disuso.

> PESO SPECIFICO
II suo peso specifico varia tra i 700 ed i 900 Kg. mc.

> ESSICCAZIONE
Questo processo può avvenire senza nessun problema ed abbastanza agevolmente.

> USI PRINCIPALI E LAVORAZIONE
A causa delle modeste dimensioni dell’albero, solitamente se ne utilizza la radicata considerata assai pregiata e decorativa. Il legno è facilmente lavorabile e perlopiù impiegato in ebanisteria per la realizzazione di piccoli oggetti di valore o mobili intarsiati.

> AVVERTENZE
Le Tetraclinis non vanno confuse con altre specie del genere Thuja. Infatti appartengono sempre alla famiglia delle Cupressaceae, ma producono alberi assolutamente differenti sia per l’aspetto che per il loro impiego. Dalla Thujaplicata, ad esempio, si ricava il “western red cedar”, noto anche con il nome di «albero gigante della vita», che cresce generalmente nella British Columbia e nella zona occidentale degli USA, oppure il «white cedar» (Thuja occidentali) che, nonostante il nome latino, cresce nella zona orientale dell’America del Nord. Anche se sotto l’aspetto botanico vi sono delle differenze minime, questi alberi sono assolutamente diversi.